Loading...

Blog

Svegliarsi non basta! 2

Posted on Nov 23, 2011 by Avikal

Che cosa vuol dire diventare adulti? Maturare emozionalmente?

Nella mia esperienza personale tutto e’ stato un gran casino fino a che:
1. non mi sono accorto esperienzialmente che c’e’ una differenza fondamentale tra emozioni e feelings (non saprei come tradurre questa parola….)...che le emozioni sono feelings bloccati nel tempo e caricati di valori, giudizi, credenze, abitudini e soprattutto attaccamento e che quindi emotare non e’ nel presente ma fondamentalmente una reazione che ripete modalità apprese
2. che avevo imparato da mia madre (donna) a sentire e che quindi non sapevo cosa voleva dire sentire al maschile
3. che l’unico modo di sentire veramente (e non di emotare...ma si puo’ dire cosi’? comunque c’intendiamo) era possibile solo se C”ERO e quindi se ero presente nel qui/ora e se ero in grado, col sostegno della mia consapevolezza, di riconoscere quello che sentivo senza attaccargli subito un nome per sentirmi al sicuro e in controllo
4. ho smesso di aver paura delle emozioni delle donne e anzi ho cominciato a godere della immensa ricchezza (e inventivita’) del loro mondo emozionale
5. ho scoperto che il MIO cuore nel generare feelings compie un continuo atto di creazione dell’universo insieme alle forme pensiero generate dal mio intelletto e le azioni generate dalla mia pancia

allora essere maturo vuol dire che ci sono, che sono interessato all’esserci, e che mi affascina questo essere qui in questo mistero che sono io e il mondo intorno a me e sentire tutto questo che continuamente mi dissolve e mi ricompone.

Indietro

Comments

manuela wrote...

EMOTARE EMOTARE EMOTARE EMOTARE è un espressione simpaticissima che esprime benissimo quello che senti e vuoi trasmettere !!!!Aspetto altri tuoi VIDEO ascoltarti mi sta rendendo più consapevole di come sono e di quello che sento grazie avikal!!!!

lino wrote...

forse le emozioni sono davvero il riflesso dei pensieri nel corpo e quindi un evitamento automatico di sentire i sentimenti (feeling). il sentire mi sembra piu' vicino alla consapevolezza, mentre l'emozione(aime') la vedo piu' simile ad una reazione incontrollata. grazie

Kalin wrote...

Your article was excellent and eurdtie.

Andrea wrote...

Credo che esserci presupponga abbandonare tutto cio' che conosco o credo di conoscere di me, credo possa voler dire perdere tutto quello che sono e che ho anche se questo non mi rende felice. Forse e' proprio vero che per ritrovarsi e' necessario perdersi e perdere tutto.

supersantos wrote...

ah bene e come si fa? :)

Amita wrote...

anch'io mi sento matura, interessata all'esserci, affascinata dal mistero della vita e grata all'esistenza di tutto questo.

Per favore usa lo spazio qui sotto per lasciare un commento.

Nome:
Commento:
 

"Il modo in cui ora guardo alla mia vita, alle situazioni, ai cosidetti "problemi" contempla possibilita'  e risorse per me inimmaginabili fino a poco tempo fa"

- Valentina Franchi
bancaria

ISCRIVITI e ricevi gratuitamente le:
NOTE SUL GIUDICE INTERIORE
Video » Guarda alcuni degli ultimi video dell'Integral Being Institute.
Il blog di Avikal » Leggi i nuovi blog.
Prossimo Corso » La liberta' di essere se stessi: Conoscere il giudice Set 29 - Ott 01